RITENZIONE: 3 MODI EFFICACI PER COMBATTERLA

Ritenzione? Non questa estate!


...Ma prima di parlare dei rimedi, cerchiamo di capire insieme di cosa si tratta.


La ritenzione idrica è una condizione che colpisce moltissime persone, in maggioranza donne. E’ la tendenza a trattenere liquidi e generare quindi il classico “ristagno” ed edema visibili specialmente nelle zone critiche predisposte all’accumolo di grasso come cosce, glutei, addome o anche braccia.

Può essere causata da serie patologie o uso di determinati farmaci, ma spesso è il risultato di abitudini scorrette e di uno stile di vita sbagliato che se regolato può portare a rapidi e visibili miglioramenti.


Come capire se ne soffri? Oltre ad esami specifici, ti può bastare premere un dito sulla coscia o su un gluteo e verificare se, dopo aver premuto per qualche istante, togliendo il dito rimane ben netta l’impronta sulla pelle. 


E’ il tuo caso? Bene, allora cerchiamo di capire quali possono essere in specifico le cause.


Abbiamo detto che la ritenzione è causata, o perlomeno aggravata, da abitudini scorrette e poco salutari come:

  • eccesso di alcolici
  • consumo di cibi molto salati e processati
  • sedentarietà
  • consumo eccessivo di bevande zuccherate
  • abiti o calzature troppo strette
  • tendenza a bere poco causando disidratazione

Per iniziare a vedere risultati diversi a livello fisico sarà quindi necessario modificare queste abitudini e adottare i giusti rimedi per favorire l’eliminazione della ritenzione e del fastidioso edema.


Ecco 3 BUONE ABITUDINI che puoi introdurre fin da subito nella tua routine per vivere un’estate in vera leggerezza (e soprattutto sentirti e vederti meglio).



1.STILE DI VITA: ALIMENTAZIONE E ATTIVITA’ FISICA

Stile di vita equilibrato

Innanzitutto per permettere alla microcircolazione di funzionare meglio e combattere il ristagno va introdotta nella propria giornata una buona dose di attività fisica


Ma attenzione! Se l’obiettivo è combattere ritenzione e gonfiore bisognerà scegliere lo sport giusto, infatti ci sono attività più indicate di altre nel contrasto alla ritenzione. Inoltre bisognerà tenere in considerazione il volume di allenamento (cioè quante volte a settimana pratichi sport) poichè un eccesso in questo senso, specialmente per le donne, potrebbe generare l’effetto opposto a quello desiderato, cioè sovraccarico e gambe gonfie. 


In generale sono controindicate quelle attività che comportano frequenti impatti con il terreno e sono da favorire attività più “dolci” come nuoto, bicicletta, camminata veloce possibilmente abbinate a delle sessioni volte alla tonificazione di gambe e glutei a corpo libero o ancor meglio con l’uso di resistenze come pesi, cavigliere ed elastici. 


Per ottenere i risultati desiderati sono necessarie costanza (no, non basta uscire a camminare 2 volte per 30 minuti e aspettarsi cambiamenti radicali) e cura dei dettagli come ad esempio lo stretching, fondamentale a conclusione di ogni allenamento, possibilmente da iniziare con una sessione di almeno 10 minuti con gambe in alto. 


Oltre all’allenamento sarà altrettanto, se non ancora più importante, curare la propria alimentazione, sia nei pasti principali che in tutte le altre occasioni come snack, aperitivi (super frequenti in estate) e piccoli “sgarri” spesso sottovalutati.

E’ inutile nasconderselo: se si vogliono risultati e cambiamenti ci vuole anche impegno! 


In linea generale è consigliata un’alimentazione ricca di fibre, verdure, cereali integrali (se tollerati!) e frutta di stagione. Alcuni alimenti amici dei capillari sono ad esempio: kiwi, fragole, ciliegie, broccoli, verdure a foglia verde. Oltre a questi sono da favorire alimenti leggeri e “disintossicanti” come: the, tisane, pesce. 


Da evitare o perlomeno limitare cibi zuccherati, processati, troppo salati e ovviamente alcol. Come fare (soprattutto nel weekend)? Si può fare in anticipo un elenco delle occasioni in cui ci troveremo a contatto con cibi e bevande poco indicate (feste, cene in compagnia, aperitivi..), prepararsi ed essere pronti a fare ogni volta scelte consapevoli, ponderate e che ci facciano stare bene non solo nell’immediato. 


Proviamo ogni volta a pensare: “Qual è il risultato che voglio ottenere? Cosa voglio fare in questo preciso momento per renderlo sempre più raggiungibile?” e poi…scegliamo in base a ciò che sentiamo più giusto per noi.



2.INTEGRAZIONE


Se ovviamente cibo e movimento sono essenziali nel contrasto della ritenzione, un ruolo fondamentale lo gioca anche l’integrazione che possiamo inserire nella nostra routine.


Assumere regolarmente integratori specifici drenanti e che agiscano sul microcircolo può favorire enormemente il raggiungimento dell’obiettivo.


Particolarmente indicati i prodotti a base di ingredienti naturali come mirtillo, fucus, centella, vite, ippocastano, antiossidanti.


Il nostro consiglio? Prova SOLDRENA integratorie orosolubile o solubile in acqua a base di vite, ruscus, mirtillo e bioflavonoidi antiossidanti. 



3.CURA DEL CORPO 


Infine un utile supporto al miglioramento degli effetti tipici della ritenzione sono i massaggi o automassaggi drenanti abbinati all’uso costante di prodotti bodycare che stimolino la circolazione.


Un’ottima soluzione è la scelta di creme o gel gambe che generino un’effetto freddo, noto stimolante del microcircolo e nemico del gonfiore. 


Ti consigliamo ad esempio FRESCODREN una crema gel innovativa a base di ingredienti drenanti e snellenti e ad effetto ghiaccio immediato e a lunga durata. Piacevolissimo d’estate!


 

Chiaramente da soli prodotti e integratori non faranno miracoli! Ma se abbinati con costanza e continuità ad uno stile di vita sano saranno in grado di potenziare enormemente i risultati ottenuti.


Provare per credere.

 


E tu come ti stai comportando? Quali sono i tuoi rimedi anti ritenzione preferiti?




****

 

Restiamo in contatto! 

Segui Cutered Sport e Cutered Laboratori su Instagram e Facebook e ricevi in anteprima aggiornamenti e curiosità dal mondo Cutered.